I migliori integratori per dimagrire

Dimagrire bene e in maniera abbastanza veloce è spesso il sogno di tutti sia nel periodo estivo, per la tanto temuta prova costume, sia anche per la stagione invernale dove essere più agili di certo agevola i movimenti del tran - tran quotidiano.

Si può dimagrire senza risentirne?

Ma come si può dimagrire senza che il corpo ne risenta in maniera negativa? Di certo è bene partire dalla giusta alimentazione.

Retorica? Forse, ma veritiera.

Affidarsi dunque a frutta, verdura, proteine e, sì, certo, anche carboidrati purché il tutto venga equilibrato nelle dosi e anche negli abbinamenti esatti, è il passo fondamentale. Se si riesce a completare il quadro anche con del movimento, il gioco è praticamente fatto.

Integratori?

Ancora non si è soddisfatti? Allora si può pensare anche a degli integratori che possano aiutare alla riduzione del senso della fame, aumentare quello di sazietà, stimolare gli ormoni, la diuresi, la termogenesi, insomma, farci ancora più del bene.

Ovvio che non bisogna gettarsi a capofitto nel mondo degli integratori, bensì valutare bene quali siano quelli adatti al proprio caso perché, come sempre, bisogna capire cosa al proprio corpo manca per supportarlo al meglio.

In commercio esistono veramente tantissimi tipi di integratori per dimagrire ed è molto complesso trovare quelli giusti e, soprattutto, sani, che presentino pochissimi eventuali effetti collaterali.

Privilegiare quindi aiuti non farmacologici, perché il benessere fisico e il dimagrimento hanno bisogno di pazienza e calma in un clima sereno che migliori la salute.

Per comprendere bene di cosa si parla, analizziamo tutti gli integratori esistenti che sono stati suddivisi in tre specifiche categorie che passiamo ad illustrare per poter stabilire così quali sono i migliori integratori per dimagrire:

  • Integratori termogenici:
    Si tratta di integratori capaci di diminuire il senso della fame, di conseguenza l’appetito reale, aiutando il corpo a bruciare i grassi con l’aumento del calore corporeo. Qui c’è da andarci cauti, in quanto presentano un po’ di effetti collaterali dovuti alla presenza di forti stimolanti che inducono spesso ad avere mal di testa, insonnia o ipertensione. Certo, detto così può spaventare, ma dietro un supporto e un consiglio medico, questi integratori possono essere assunti con ottimi risultati in quanto la fosforilazione ossidativa, ossia il processo che brucia i grassi corporei, può sollecitare e riattivare il metabolismo stimolando i vari recettori del caso e avviando così il processo di dimagrimento.
    Come troviamo questi integratori? Chiedendo a un esperto potrete farvi somministrare quelli a base di sostanze nervine come sinefrina, caffeina e teobromina. Se si vuole attivare il metabolismo in maniera più soft, il che non può che far bene, utilizzare integratori più naturali come tè verde, foglie di tarassaco, arancio amaro e guaranà.

  • Integratori che accelerano il metabolismo:
    Molte volte, anche a causa di continue e diverse diete, il metabolismo rallenta al punto quasi di arrestarsi con la conseguenza di non perdere più peso. Pertanto, stravolgere la dieta, in maniera sana ed equilibrata, riattivare il corpo con dell’ottimo movimento fisico, corsa o ginnastica in palestra e associare al tutto degli acceleratori del metabolismo, non potrà che avvicinarci allo scopo del dimagrimento e del raggiungimento del peso forma ideale.
    Questo tipo di integratori sono generalmente prodotti omeopatici a base di erbe come la garcinia, arginine, fibre, acido linoleico e omega-3.
    Come si nota, contengono prodotti naturali il che non determina reazioni né prevedono controindicazioni. Se si vuole essere più drastici ci si può affidare a farmaci acceleratori del metabolismo, anziché integratori. In questo caso, però, uno specialista dovrà aiutare a capire se è il caso o meno di assumere dei farmaci o se possono bastare i ben noti e sani integratori che, una volta seduti a tavoli, aiutano a smaltire meglio i pasti velocizzando il metabolismo.

  • Soppressori dell’appetito:
    Più o meno potrebbe essere il sogno di molti sedersi a tavola e rinunciare a piatti abbondanti perché la fame è silenziosa. Ecco svelato lo scopo di quegli integratori che aiutano a sopprimere la fame donando un senso di sazietà perenne.
    Molte volte questo tipo di integratori, oltre che far dimagrire, vengono consigliati anche per chi soffre di diabete, stitichezza o iperlipidemia. Hanno la notevole capacità di rallentare la digestione con un maggiore assorbimento dei nutrienti. L’unico lato negativo è che potrebbero portare un po’ di flatulenza o meteorismo ed è per questo che per favorire il passaggio intestinale, si consiglia di assumerli con grandi quantità di acqua.
    In commercio si trovano integratori che diminuiscono la fame come il glucomannano, la gomma di guar, la crusca e i semi di lino, giusto per citarne qualcuno. Facilmente reperibili anche nei cibi ricchi di fibre, nelle insalate, nell’avena e in tantissimi esemplari di pesce.

La scelta dell’integratore adatto è quindi molto ampia. L’importante è decidere bene per agevolare il dimagrimento tenendo conto del proprio metabolismo e delle proprie abitudini. Qualunque sia la scelta bisogna però essere costanti, non dimenticarsi di assumere la dose giornaliera degli integratori acquistati aiutandosi costantemente con il movimento e una sana ed equilibrata dieta alimentare.

Dimagrire bene non è difficile e con gli integratori giusti si può arrivare più facilmente al peso forma prefissato.