Gravidanza: l’integrazione della luteina

L’integrazione della luteina in una donna in dolce attesa consente di contribuire allo sviluppo del feto. Scopriamo come integrarla nell’organismo.

Durante la gravidanza una donna necessita di avere un’alimentazione sana ed equilibrata, in cui non devono assolutamente mancare diversi nutrienti, utili anche per il corretto sviluppo del feto che porta in grembo. A tal proposito, oggi, abbiamo pensato di parlare della luteina.

Cos’è la luteina?

Per chi non lo sapesse, la luteina è un carotenoide che troviamo nel cordone ombelicale ed ha un ruolo decisamente importante durante questo periodo della vita della donna, visto che consente di far sviluppare correttamente il bambino in pancia. Peraltro, si tratta anche di un nutrimento che è dotato di un grande potere antiossidante e che, di conseguenza, permette di mantenere giovane il nostro organismo. Alcuni studi recenti hanno fatto emergere che questa sostanza è pure in grado di prevenire la degenerazione della macula e della caratarra, giacché è in grado di assorbire i raggi luminosi che risultano essere dannosi per la vista. Peraltro, quest’ultimi portano pure alla formazione di radicali liberi, quindi, bisogna fare ben attenzione!

Di conseguenza, l’integrazione di questa potente antiossidante – in grado anche di rendere più forte il nostro sistema immunitario – è decisamente importante e lo possiamo integrare con la selezione di sostante naturali contenute all’interno di frutta e verdura che dobbiamo consumare con regolarità.

Quali sono gli alimenti con la luteina?

Tra gli alimenti che consentono di introdurre luteina nell’organismo di una donna in gravidanza citiamo molti prodotti di stagione come le arance, i broccoli, il cavolo, ma anche la cicoria, gli spinaci, le carote, i piselli, i pomodori, la zucca, le barbabietole, il mais, il prezzemolo, le foglie di rapa, il kiwi ed il tuorlo d’uovo.

Dose consigliata al giorno

La dose consigliata da assumere al giorno è di 6-10 grammi ed è possibile trovarla proprio nella frutta e nella verdura del nostro regime alimentare. Durante la gravidanza, però, sono sconsigliati gli integratori specifici e, quindi, è sempre meglio organizzare i propri pasti, senza far mancare alcuni degli alimenti che abbiamo appena citato.

Dunque, mangiando in modo variegato la futura mamma potrà garantire al suo bambino i giusti nutrimenti, ma soprattutto non avrà alcun timore per quanto riguarda il corretto sviluppo degli occhi e della retina del bambino. Vi ricordiamo, peraltro, che la luteina è presente non solo nel cordone ombelicale, bensì anche nel latte materno, tant’è vero che è stato scoperto tramite degli studi che la concentrazione di luteina nel plasma della madre ed in quella del neonato sono simili.